Orso polare
quale destino?

L’Artico si sta riscaldando due volte più velocemente del resto della Terra e la copertura della calotta polare si riduce del 14% ogni decennio. L’orso polare è intrappolato in un ambiente ostile in cui le condizioni per sopravvivere non ci sono più.

 

Gli esemplari sopravvissuti sono meno di 30.000: se le calotte polari continueranno
a fondersi come sta accadendo negli ultimi decenni, un terzo della popolazione globale di orso polare scomparirà.

La morte per fame sopraggiunge inesorabile

La morte per fame sopraggiunge inesorabile

I ghiacci dove l'orso polare cacciava non esistono più, così l’orso si ritrova a nuotare per chilometri alla ricerca di una preda, oppure resta confinato sulla terraferma dove è ancora più difficile trovare cibo. Le femmine gravide sono le più vulnerabili, insieme ai loro cuccioli.

Il

Il "Re dei ghiacci" avvelenato

L’Artico è la discarica di tutte le sostanze tossiche prodotte dai paesi industrializzati. Gli orsi polari possono essere esposti a queste sostanze, assunte tramite le loro prede, e che influenzano negativamente la fisiologia di base della specie e la sua capacità di riprodursi.

Cosa faremo grazie a te

L'orso polare ha trovato sulla strada distruzione, veleni, fame. Aiutaci a cambiare la sua sorte, non condanniamolo all'estinzione!

Bilance da campo
30
Bilance da campo

Rifornisci i nostri ricercatori di bilance da campo per verificare il peso degli orsi e l’eventuale deperimento.

Kit per ricercatori
65
Kit per ricercatori

Acquisti kit protettivi per i ricercatori impegnati nel monitoraggio dei cuccioli di orso polare.

Collari satellitari
110
Collari satellitari

Fornisci collari satellitari fondamentali per osservare gli spostamenti delle femmine con cuccioli di orso e monitorare gli impatti del cambiamento climatico.

Lotta contro la crisi climatica
140
Lotta contro la crisi climatica

Sostieni il nostro lavoro per il raggiungimento di obiettivi comuni per frenare il riscaldamento globale e favorire l’abbattimento rapido e radicale delle emissioni di gas climalteranti.

Che ne sarà degli orsi polari?

I cambiamenti climatici stanno provocando lo scioglimento delle calotte polari, habitat degli orsi polari. Se non interveniamo ora, alle generazioni future non resteranno che immagini e video in 3D di questa magnifica specie.

Il tuo aiuto ha un impatto concreto

The Last Ice Area
The Last Ice Area

Proteggiamo “The Last Ice Area” quella zona tra Canada e Groenlandia dove i ghiacci hanno maggiore possibilità di resistere al riscaldamento globale, ultima “vera arca” per gli orsi bianchi.

Riserva dell’Isola di Vaigach
Riserva dell’Isola di Vaigach

Nell’area del mare di Barents, invasa da industrie che estraggono gas e petrolio, stiamo lavorando per l’istituzione della Riserva dell’Isola di Vaigach e ci battiamo per creare una rete di aree protette.

Conservazione degli ecosistemi artici
Conservazione degli ecosistemi artici

Lavoriamo per impedire che le industrie del petrolio e degli altri idrocarburi distruggano luoghi cruciali per la conservazione degli ecosistemi artici.

Tutela delle popolazioni locali
Tutela delle popolazioni locali

Tuteliamo sia gli orsi polari che le popolazioni. Nelle zone più sensibili abbiamo distribuito dei contenitori per i rifiuti organici a prova di orso e recinzioni elettrificate alimentate a energia solare che tengono lontani gli orsi polari dai cani da slitta.

Insieme possiamo salvare l'orso polare dall'estinzione
10 I tuoi dati

Dettagli di fatturazione

60 Pagamento
  • Paga in tutta sicurezza con GestPay.

    Dove trovo il codice di sicurezza?

I tuoi dati saranno trattati da WWF Italia ai sensi dell’art. 13 del GDPR come da Informativa Privacy della quale ti preghiamo di prendere visione

70 Riepilogo
Prodotto
Quantità
Totale
Subtotale del carrello 0,00 
Totale ordine 0,00